Con la giusta forza mentale superi ogni limite e vai oltretutto ciò che ti sembrava possibile entro i tuoi limiti di responsabilità. Il successo manageriale è il risultato diretto dei tuoi pensieri e della tua immagine di te stesso. E nonostante ciò la maggioranza die manager sono ancora spinti da approcci funzionali e li manca un approccio mentale per liberare tutto il potenziale dell’azienda e di loro stessi.

Secondo te, perché ci troviamo in questa situazione?

Spesso le persone non si rendono conto che il limite di tutto quello che vogliono raggiungere, non è l’ambiente, ma il proprio mindset. Pochi si occupano delle proprie convinzioni e opinioni, dei loro blocchi interiori e delle ombre della nostra personalità.

Che il raggiungimento di obiettivi professionali e il correspettivo successo dipendano „dalla testa“ come ogni risultato d’eccellenza nello sport, per tanti coscientemente non è così evidente.

Per il successo manageriale ci vuole impegno, capacità di resistenza, allenamento intenso, coraggio, autenticità e una chiarezza su chi sei. Coraggio ed autenticità ci fanno però anche vulnerabili e quello non lo vogliamo necessariamente. Allora preferiamo essere competente, quello è più controllabile e in dubbio anche meno rischioso.

Sono convinta, che la differenza tra manager di successo e quelli meno efficaci sia una questione mentale, “di testa”. Certamente non solo, ci vogliono anche le strategie, il concetto giusto nella realizzazione, eccellenza nella comunicazione, il marketing ecc. che devono accompagnare il manager con la sua forza mentale.

L’80% è psicologia

L’approccio mentale e la programmazione fanno l’80% del successo manageriale. Il resto è lavoro durissimo.

Quanto è forte la tua voglia di raggiungere il risultato desiderato con un team motivato in modo sostenibile? Quanto velocemente cambia strada nell’avversità?

La forza mentale non ha effetti collaterali, non ha svantaggi e non comporta nessun pericolo.

E com’è allora la tua forza mentale? Sii onesto! Quando hai fatto l’ultima volta un’analisi SWOT su quest’aspetto? Dove sei forte mentalmente? Dove ti freni regolarmente? Dove sono le opportunità per te e dove c’è il rischio ti perdere la tua strada?

Sono curiosa del risultato della tua analisi. Fammi sapere – sotto nell’area dei commenti oppure in un messaggio privato – con che tipo di pensiero sei tentato di cambiare rotta e perdere la direzione verso i tuoi obiettivi. Come faccio io la programmazione per raggiungere i miei obiettivi e che trucco funziona meglio per gestire pensieri poco utili puoi imparare nella mia relazione “come governare il mondo”.